La democrazia non esiste

di Emanuela Goldoni
@emanuelagoldoni

 

La democrazia è come la concorrenza perfetta: non esiste.
Lasciatela stare la democrazia, ché non vi ha fatto nulla di male. Lasciatela nei vostri libri di storiografia, ché alla Storia si chiede uno sforzo disumano e innaturale: quello di dimenticare se stessa.
Ci si compiace del nostro stordimento morale: perché dove c’è il denaro, il colpevole diventa vittima e la vittima diventa carnefice. E nascondiamo gli stessi comportamenti illeciti di cui tanto ci facciamo severi giudici in nome di una modaiola reputazione. E la censura diventa una coperta sudicia.

 

E Ancora. L’orgoglio dei relativismi ha boicottato gli spazi in nome di una emancipazione caotica, illusoria, tattica.

 

Vi è piaciuta la boccata d’aria di ribellione? Che sapore ha?

 

Quando la ribellione parte dall’alto è uno spietato gioco di potere oligarchico. Quando la ribellione parte dal basso è un pallido riflesso di presa di coscienza, che ci porterà verso la spirale della frustrazione, perché ora che siamo a nudo, vulnerabili, con in mano i resti della nostra debole e illusoria supremazia, tentiamo di coprirci con le impostazioni sulla privacy.

 

L’occhio che vede tutto è miope. O forse ha già visto tutto quello che doveva vedere, leggere, intercettare, segmentare, colpire.

 

Noi siamo l’occhio miope.

CONDIVIDI o STAMPA