La rivoluzione green di Campagna

di Giacomo Magliano
@MaglianoGiacomo


C’è una città del sud Italia, in provincia di Salerno, che ha scelto di fare una rivoluzione. L’Amministrazione Comunale di Campagna, città di 17mila abitanti, principale centro della piana del Sele, con l’adesione nel 2014 al Patto europeo dei Sindaci, un modello di “governance multilivello”, istituito dall’Unione Europea nel 2008, che coinvolge enti locali e regionali ed opera nel campo delle politiche per l’energia sostenibile, e dopo la costituzione del Joint PAES (Piano di Azione Energia Sostenibile)  con altri 11 comuni della valle dei Monti Picentini (Acerno, Albanella, Bellizzi, Capaccio, Castiglione del Genovesi, Giffoni Sei Casali, Giffoni Valle Piana, Montecorvino Rovella, Olevano sul Tusciano, San Cipriano Picentino e San Mango Piemonte), ha iniziato a intraprendere una serie di azioni concrete con l’obiettivo di migliorare la qualità dell’ambiente sul proprio territorio.

Un piano strategico ribattezzato subito “rivoluzione green” che ha visto l’efficientamento energetico di 4 scuole comunali per un investimento di oltre 1milione di euro, fatto grazie a due finanziamenti europei. L’installazione di 4 nuovissime case dell’acqua, con tecnologia all’avanguardia (presentate a Ecomondo 2017, l’appuntamento di riferimento per la green e circular economy nell’area euro-mediterranea) che incentiveranno al rispetto ambientale ( anche con colonnine elettriche per automobili, sistema per il fitto delle bici, distribuzione sacchetti, ecc.). L’avvio di un nuovo sistema di raccolta differenziata, in termini percentuali si è passati dal 44,90% ( 2013 ) al 78% ( settembre 2016 ) di rifiuti differenziati, con punte (su base mensile) superiori all’ 80%. Un risultato che ha consentito alla Città di Campagna di classificarsi al 5°posto tra i comuni compresi tra i 10.000 e 20.000 abitanti nella XIII edizione Comuni Ricicloni 2017 organizzata da Legambiente Campania. Riduzione dei costi della spazzatura da 2,2 milioni di euro a circa 1,65 milioni di euro, riduzione della Tassa sui rifiuti (TARI) dal 28 al 33%, eliminazione delle campane di vetro, avvio dell’ isola ecologica mobile, acquisto di cestini per la raccolta delle deiezioni canine nei centri abitati. Un’ ulteriore opportunità di civiltà e di rispetto.

Azione da considerarsi preliminare nella rivoluzione green di Campagna sul tema del rispetto ambientale  è stata l’organizzazione  di  Sudstenibile il primo Festival Europeo del Cinema e dell’Ambiente.  Evento, organizzato dai Comuni di Campagna e  di Piaggine , patrocinato dal Parlamento Europeo, dalla Regione Campania, dal Parco Nazionale Cilento, Vallo di Diano e Alburni e dall’ANCE Salerno.

Così la Città di Campagna punta a creare un nuovo modello di sviluppo che, attraverso la collaborazione tra  associazioni, istituzioni e cittadini, porti alla costruzione partecipata di un progetto di città vivibile, a basse emissioni, dotata di nuove tecnologie e di una nuova governance pubblica.

CONDIVIDI o STAMPA