Mariagrazia Carbotti analizza il mondiale sui social

I mondiali di calcio sono molto più di un semplice torneo: sono un evento planetario. I mondiali di Russia ancora una volta saranno in grado di attrarre una vasta audience – circa 3,5 miliardi di persone seguono le partite in diretta in oltre 200 Paesi. Sono arrivati in Russia, con il sogno di alzare la Coppa, 8 dei dieci calciatori più pagati al mondo e i primi tre più seguiti sui social network nel 2017 (Cristiano Ronaldo, Neymar e Messi).

Come tutti gli eventi anche i mondiali di calcio sono un evento social. Mariagrazia Carbotti, giovane social media strategist dell’agenzia MR & Associati di Milano, ha svolto un’analisi analizzando i flussi su Facebook, Twitter e Instagram sui protagonisti principali della competizione. 

 

L’ANALISI
riassunto a cura redazione Innovatalk

 

Come era prevedibile sono gli uomini i tifosi più interessati (63%) e la fascia d’età maggiormente coinvolta è quella che va dai 25 ai 30 anni (30%). I millennials sono già oltre la TV e seguono le partite direttamente su internet (18%). L’hashtag ufficiale #WorldCup conta 21.100.000 contenuti prodotti da 1.600.000 autori unici (In Italia, il totale delle conversazioni si ridimensiona e scende a 166.300 menzioni originate da 14.300 autori unici) generati prevalentemente in Europa e Sud America.

Sul profilo Instagram del Real Madrid (club che ha più giocatori in Russia, ben 15) è stato pubblicato il post più engaging con l’hashtag ufficiale dei Mondiali. Il contenuto registra 1.284.970 interazioni, il club spagnolo capace di vincere 13 Champions League raddoppia il successo, conquistando la medaglia di top influencer anche su Facebook, dove un altro post prodotto dai social media manager del team conta 399.390 interazioni totali. Infine, il cinguettio più performante a livello globale con l’hashtag ufficiale è di Peter Schmeichel, portiere della Danimarca campione d’Europa nel 1992 e leggenda del club inglese Manchester United, padre dell’attuale portiere della Danimarca, Kasper. 

Per quanto riguarda i contenuti in italiano la medaglia d’oro del top engaging va al giovane influencer Emanuele Ferrari (@_emilife), Su Twitter spopola un cinguettio di Alessandro Del Piero (14.423 interazioni), mentre su Facebook è la Juventus a creare il più alto numero di interazioni con un video su Douglas Costa. Gloria – social – anche per il duo comico foggiano Pio e Amedeo con un video visualizzato 574.922 con 92.100 like e 1.620 commenti.

Anche i politici italiani non perdono occasione per parlare del mondiale ma lo usano come gancio per parlare poi d’altro. Ma torniamo al calcio: la Seleção brasiliana è la nazionale più seguita sui social, seguono Inghilterra e Francia. Ultimo posto per la Svezia che non è presente su Twitter e su Instagram.

 

Per consultare l’analisi completa di Mariagrazia Carbotti clicca qui

 

CONDIVIDI o STAMPA