flessibilità è diventata instabilità permanente

Flessibilità è diventata instabilità permanente

Condividiamo l’invito a leggere questo articolo di Simona Rossitto su Alley Oop de Il Sole24Ore da parte di Davide Astolfi.

Davide scrive:

“questo è un articolo molto importante, vi invito a leggerlo. Per i miei coetanei probabilmente sarà superfluo, visto che racconta ciò che tutti noi viviamo: noi viviamo la precarietà da quando siamo entrati nel mondo del lavoro, per noi la flessibilità è diventata instabilità permanente“.
“Si tratta di un’ideologia ottusa e inefficiente: è un mio giudizio personale su cui nutro davvero pochi dubbi.
Credo sia importante cercare di resistere, reagire, rimanere lucidi, non trasformare il desiderio in frustrazione, non ingaggiare una lotta tra poveri, non proiettare sugli individui dei processi che sono collettivi”.

CONDIVIDI o STAMPA