Tokyo 2020, ecco le nuove icone di Masaaki Hiromura!

12
di Maria Pellegrino
 
 
Sono stati svelati i pittogrammi ufficiali dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020 disegnati da Masaaki Hiromura, fondatore e art director dell’agenzia Japan Creative.
 
Sottolineando l’importanza della continuità nello stile, i pittogrammi sono stati ridisegnati ispirandosi alle icone che hanno debuttato ai Giochi Olimpici di Tokyo 1964.
 
L’originale sistema di pittogrammi nel 1964 è stato sviluppato da un team di designer guidati da Katsumi Masaru e ispirato dai grafici austriaci Otto Neurath e Gerd Arntz. All’epoca contava solo 20 pittogrammi, ed era incentrato su una combinazione di cerchi perfetti e linee rette che erano “semplici, belle e comprensibili da chiunque”.
 
“Designer giapponesi, predecessori, designer pionieristici, crearono questa grande eredità [per i giochi di Tokyo 1964]. Partendo da lì, volevamo un design più moderno, che incorporasse il dinamismo degli atleti e cercasse di esprimere i loro movimenti muscolari, pur mantenendone la semplicità”.
Queste, le parole di Masaaki Hiromura.
 
Per completare il progetto ci sono voluti quasi due anni ed è stato presentato con 30 icone in più rispetto al 1964 per raffigurare 33 sport diversi.
 
Non dimentichiamoci che cinque nuovi sport saranno presenti nei giochi della prossima estate, tra cui baseball e softball, karate, skateboarding, surfing e speed climbing, con l’intenzione di ispirare un pubblico più giovane ad entusiasmarsi per la competizione.
 
qui il video di presentazione.